Ultimi Argomenti Trattati

La lavandaia di Chardin e l'aura di Walter Benjamin
Parole e storia: L’esercito di Franceschiello
L’importanza dei film nella divulgazione storica
Caral, Perù, scoprire 5.000 anni di storia
Willem Piso, Historia naturalis Brasiliae, XVII sec.
L’Assolutismo monarchico del XVII-XVIII secolo, pensieri interconnessi
Il gusto nella Cultura, antropologia culturale, Philippe Daverio, video
La Storia oltre i fatti fisici, secondo un Emberá-Chamí
Tematiche della Storia Moderna

biblioteche

guerra civile inglese

guerra d'indipendenza americana

gutenberg

pittori

quiz storici

rinascimento

rivoluzione francese

rivoluzione industriale

scoperta dell'america

slides

storiografia

Parliamo di...
La lavandaia di Chardin e l'aura di Walter Benjamin

La lavandaia di Chardin e l’aura di Walter Benjamin

Il cammino tecnologico è giunto a tal punto che basta avere un computer e una connessione internet per ammirare le più belle opere d’arte, facendo sì che spazio e tempo si identifichino con un presente che permette meglio raccogliere le memorie del passato. Sicché, per assaporare i lavori di un dato pittore, basta giocare con

Parole e storia: L’esercito di Franceschiello

Parole e storia: L’esercito di Franceschiello

di Ivana Palomba Il modo di dire “essere l’esercito di Franceschiello”, patrimonio del nostro lessico, ha un significato dispregiativo volendo significare “un reparto, un’istituzione dissestata, disorganizzata senza disciplina, né mezzi.”[1] Mai modo di dire fu più ingiusto, perché nel crollo del regno borbonico fu proprio l’esercito col suo valore e fedeltà, morale e politica, a

Dov’è il Corno di Capo Horn?

Dov’è il Corno di Capo Horn?

di Ute Margaret Saine “Horn”, dal nome di Capo Horn, si traduce facilmente nella parola “corno”, tutte e due avendo la stessa radice indoeuropea. Ma dov’è il corno di Capo Horn? D’accordo, probabilmente un gran numero di “capi” hanno per natura la forma di un corno, questo è vero per il Capo di Buona Speranza,

Eugenio di Savoia, il principe condottiero

Eugenio di Savoia, il principe condottiero

di Daniela Nutini Il Principe di Savoia si firmava così: Eugenio von Savoye. Questo al termine della sua carriera… e per dare risalto al percorso della sua vita. Eugenio, nato nel 1663, era nipote di un principe del ramo Savoia-Carignano, figlio del conte di Saissons, generale del re, e di Olimpia Mancini, la celebre nipote

La Cina di fine XVIII sec. vista da William Alexander

La Cina di fine XVIII sec. vista da William Alexander

La Cina è stata da sempre un paese misterioso, poco conosciuto, meta di intraprendenti viaggiatori alla ricerca di spezie e prodotti da importare, un mercato (»»qua) sostanzialmente a via univoca, gelosa, potremmo azzardare, la Cina, delle proprie ancestrali memorie. E quando il re inglese Giorgio III inviò una delegazione, 1793 (»»qua), l’occasione giovò a una

Donne, mogli e matrimoni nel tardo medioevo

Donne, mogli e matrimoni nel tardo medioevo

di Daniela Nutini Riguardo ai matrimoni nel periodo tardo medievale, abbiamo alcune testimonianze che ci trasmettono come quelle unioni fossero in genere felici. Parliamo ovviamente della borghesia, i matrimoni della nobiltà erano spesso combinati per motivi dinastici e di terre, e molto spesso mandati all’aria con la scusa della parentela, difatti la parentela fino al

Moda e storia: La cravatta

Moda e storia: La cravatta

di Ivana Palomba Accessorio maschile, ormai quasi in disuso, ha avuto il suo battesimo con il re Sole (1638-1715). Anticamente già era documentato un accessorio con funzione sia di protezione sia di ornamento. I Romani lo chiamavano “focale” corruzione di “faucale” da “faux, faucis”= fauce, gola. Questa abitudine è attestata da una fonte iconografica importante,

La percezione del tempo nella pittura impressionista

La percezione del tempo nella pittura impressionista

di Carla Citarella Il movimento impressionista si è formato a Parigi tra il 1860 e il 1870. La storia dell’Impressionismo non è tuttavia solo un fenomeno francese, ma un movimento d’arte internazionale (1860-1920) per la sua rapida diffusione. L’impressionismo è l’epilogo grandioso di un modo particolare di impossessarsi del mondo dipingendolo. Sarebbe incompleto senza il

iscriviti alla babilonia61 newsletter

distinguiti dalla massa, ama la cultura

 

→ e scarica gratis un e.book in formato pdf che raccoglie, a mo’ di rivista, una serie di articoli

dedicati alla storia moderna, con immagini e video: