Aug 302010
 

Francia XVIII secolo, illuminismo e rivoluzione


Che cosa avveniva nel quotidiano durante la Rivoluzione francese? Come cambiarono oggetti e abitudini? E le insegne dei negozi? Quante testate giornalistiche si registrano nel 1790? Quali erano le maggiori? Che cosa offrivano i venditori ambulanti?

Un curioso tema che ci conduce nella vita di tutti i giorni, uno dei tanti argomenti affrontati in questo ebook che ci apre le porte, fra l’altro, alle sommosse parigine di fine Settecento.

Share on Facebook30Tweet about this on Twitter4Share on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on TumblrEmail this to someone

Gaspare Armato

Gaspare Armato è blogger dal 2005, topo di biblioteca una volta, topo del web oggi, si dedica a divulgare aspetti, temi, curiosità principalmente della Storia Moderna, con escursioni nei secoli e negli argomenti attinenti. Maggiori informazioni su di lui »»qua, per iscriversi alla Newsletter e restare in contatto »»qua.

  4 Responses to “La Rivoluzione francese nella vita quotidiana”

  1. Conoscere la vita quotidiana è sempre un ottimo sistema per imparare e capire meglio la storia. È sempre un piacere leggerti, salutissimi.
    Annarita

  2. Annarita: a mio avviso è la base di partenza per meglio addentrarsi nella mentalità, negli usi e costumi, nel modus vivendi, ma anche, e soprattutto, nelle decisioni prese. Buona giornata.

  3. Ciao Rino,
    una premessa, da profana, e che a me il termine “Rivoluzione” ha sempre evocato principalmente un’idea di sconvolgimento, di caos, probabilmente indotta e condizionata da certe immagini cinematografiche, ma non solo, che hanno immortalato le vicende rivoluzionarie quasi esclusivamente attraverso scene di combattimenti e scontri fisici, anche se razionalmente so che così non sia stato..
    Leggere questo post mi ha trasmesso un’altra immagine, di maggior normalità seppur in una situazione “straordinaria”, quasi a controbilanciare la prima.

    Grazie come sempre per i ricchi spunti di riflessione che offri.
    Un caro saluto

    Stefi

  4. Stefi: spesso si fa più caso a certi eventi piuttosto che ad altri, più a quelli a sfondo sanguinario e violento che a quelli, chiamiamoli, quotidiani, umani… la Storia è anche questa.
    Grazie sempre. Buon pomeriggio.

 Leave a Reply

(required)

(required)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>